La Via Vandelli e la Bibulca – Serata con Paolo Cervigni

“LA VIA VANDELLI E LA BIBULCA”
Serata in Videoconferenza ZOOM e live streaming sul canale YouTube con l’Autore PAOLO CERVIGNI
VENERDI’ 5 MARZO ore 21:00
Conducono la serata Nelson Bova e Paolo Lottini

Link per partecipare: https://us02web.zoom.us/j/9641175891pwd=…

Oppure in Live Streaming su nostro canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/…

“Quando nel 1728 lo Stato Estense venne unito al Ducato di Massa attraverso un accordo matrimoniale, nacque l’esigenza di collegare Modena a Massa con una strada moderna. Vista l’urgenza, per prima cosa venne allargata la Via Bibulca da Sassuolo al Passo delle Radici, poi nel 1739 venne aperto un nuovo tracciato attraverso Pavullo e Lama Mocogno fino al crinale appenninico. In ultimo, un terzo tracciato servì per collegare con una bretella Sassuolo a Pavullo. Il percorso toscano, iniziato da subito e concluso solo all’inaugurazione, avvenuta nel 1752, dovette superare le maggiori difficoltà soprattutto nell’attraversamento delle selvagge Alpi Apuane dove una strada non era mai passata prima.” 

Il “vulcanico” Paolo Cervigni ci descriverà, con la sua proverbiale precisione, i tre tacciati proposti nella  guida e come possono essere percorsi ai nostri giorni a piedi, a cavallo, in mountain-bike ed anche in auto.

E’ un lungo viaggio, bello, attraverso la storia, la natura e la cultura dell’Appennino e delle Apuane, che ha come meta il tanto agognato sbocco al mare per il quale Francesco III d’Este commissionò la nuova Strada Ducale al matematico Domenico Vandelli di Modena che la realizzò.

Paolo Cervigni. Scrittore e Socio del Club Alpino Sezione di Carpi, ha pubblicato più di venti guide escursionistiche a tutto tondo. Le sue pubblicazioni spaziano dalle grandi traversate alpine, alle alte vie dolomitiche, passando per le tante guide dedicate all’Appennino e alla nostra pianura.
Pagina web personale: www.paolocervigni.com

La Famiglia Molin e il Rifugio Città di Carpi

sul prossimo numero del Notiziario Cai Carpi, in uscita il primo Marzo: 

 Rodolfo, da quasi 30 anni gestisce il rifugio Città di Carpi, nel cuore dei Cadini di Misurina,  insieme alla moglie Sabrina De Florian e ad alcuni dei loro figli. Una storia di famiglia e di ospitalità tra le cime del bellunese. Rodolfo ci racconta cosa significa gestire un rifugio e come la pandemia ha influenzato la vita e l’attività dei rifugisti.

Mi chiamo Rodolfo Molin, sono nato ad Auronzo di Cadore il 12/03/64, vivo a Misurina, sono sposato con Sabrina De Florian, di Auronzo e abbiamo quattro figli: Carolina di 31 anni, Luca di 29, Alziro di 26 e Gabriele di 22.

Dal 1992 gestisco con la mia famiglia il rifugio Città di Carpi, all’inizio insieme ad uno zio che lo gestiva da alcuni anni, poi da solo. Non era un’attività del tutto nuova per me, perché la mia famiglia ha un albergo/ristorante a Misurina, con anche campeggio, dove ho sempre dato una mano.

Dopo oltre dieci anni di lavoro come pittore/decoratore a Cortina, ho iniziato quindi con la gestione del rifugio durante l’estate, continuando nei periodi morti (primavera e autunno) il mio lavoro a Cortina. Durante l’inverno ho fatto per molti anni il maestro di sci a Misurina.
Dal 2007 abbiamo deciso per l’apertura del rifugio anche durante la stagione invernale, con una serie di interventi per adeguare la struttura in modo da renderla adatta e confortevole per l’inverno, a partire dall’impianto di riscaldamento con caldaia a legna, isolamento con “cappotto”, rifacimento delle tubature per l’approvvigionamento idrico, acquisto di Continua a leggere

Corso Escursionismo di Base 2021

Ecco l’occasione che aspettavi per imparare e mettere in pratica alcune tecniche per migliorare il tuo essere escursionista. Dall’abbigliamento alla medicina di montagna, parleremo, ma soprattutto metteremo in pratica, divertendoci, le cose che servono veramente per camminare preparati e consapevoli sui sentieri di montagna.

Il Corso affronta argomenti utili a chi vuole praticare con consapevolezza l’escursionismo e a chi vede nell’escursione anche un momento di ricerca e di conoscenza. A causa dell’emergenza Covid-19, quest’anno il corso comprenderà 10 lezioni teoriche in didattica a distanza e 6 uscite in ambiente montano in diverse località dell’Appennino Emiliano Romagnolo, dove verrà messo in pratica quanto appreso nelle lezioni teoriche.

L’iscrizione avverrà esclusivamente ONLINE previa compilazione del modulo a fondo pagina dal 12 marzo 2021.

Direttore del Corso: AE – AE Edi Forghieri 3402875015 (NO ORARIO DI LAVORO) d.caiumi@tiscali.it

Continua a leggere

Video “Il Mondo dei Funghi”

Ecco il video sul nostro canale Youtube della videoconferenza ZOOM tenutasi il 19 Febbraio 2021 per capire e conoscere cosa sono i funghi, dove nascono e le caratteristiche principali per distinguerli, con una carrellata delle principali specie presenti nelle nostre zone. Relatore: Stefano Beltrami

Il Mondo dei Funghi – 19/02 Videoserata su ZOOM

Una serata in videoconferenza ZOOM e diretta streaming sulla nostra pagina Facebook per capire e conoscere insieme cosa sono, dove nascono e le caratteristiche principali per distinguere i funghi, vedremo inoltre alcune delle principali specie presenti nelle nostre zone.
Relatore: Stefano Beltrami
Questo il link alla registrazione del video: https://youtu.be/YIM_cm4Ts0w

Venerdì 5 Febbraio – Webinar Terapia Forestale

VENERDI’ 5 FEBBRAIO 2021 – ORE 21.00
EVENTO ONLINE APERTO A TUTTI GLI INTERESSATI

PER PARTECIPARE:
Segui questo link di ZOOM: https://us02web.zoom.us/j/85786363560?pwd=ai84NVR5bTZhQ21YQ0ZhbCs4VVNBZz09
oppure:
Collegati dalle ore 21.00 di Venerdì 5 Febbraio sulla nostra pagina Facebook (dove la conferenza verrà trasmessa in streaming) a questo link: https://www.facebook.com/clubalpinocarpi


L’esposizione agli ambienti forestali “fa bene”! Questa non è solo una sensazione che tutti noi appassionati di montagna da sempre abbiamo: uno studio congiunto CAI- CNR ha misurato con metodo scientifico gli effetti benefici dello stare in foresta.

Attraverso l’applicazione di specifici protocolli si è dimostrato come queste influenze passino attraverso i nostri sensi (avete mai sentito parlare di terpeni di abete bianco?) e arrivino anche ad incidere sulle onde alfa (legate al rilassamento mentale) e beta (legate alla capacità di attenzione).

I benefici della Terapia Forestale sono stati recentemente riconosciuti dall’ONU.

E il nostro Bel Paese riveste un’importanza fondamentale sul tema perchè numerose specie forestali del nostro Appennino, per ragioni che affondano le radici in antiche glaciazioni, conservano una ricchezza genetica unica e preziosa. Continua a leggere

Pubblicato in Sede

Terpeni Volanti – Terapia forestale complementare

Sul prossimo periodico del Cai di Carpi:

Terpeni volanti
La terapia forestale complementare alla medicina tradizionale.

Un libro, “Terapia Forestale”  di Francesco Meneguzzo e Federica Zabini realizzato in collaborazione con il comitato scientifico del CAI racconta questa terapia complementare.  

PER PARTECIPARE:
Segui questo link di ZOOM: https://us02web.zoom.us/j/9641175891?pwd=Uk1nVk9zcDE5T1MxSkRwbzl3Q2svQT09
oppure:
Collegati dalle ore 21.00 di Venerdì 5 Febbraio sulla nostra pagina Facebook (dove la conferenza verrà trasmessa in streaming) a questo link: https://www.facebook.com/clubalpinocarpi

Abbiamo seguito per un giorno un ricercatore del CNR, una psicoterapeuta, il Comitato scientifico nazionale del CAI e una ventina di escursionisti disponibili a fare da cavie alla ricerca dei terpeni, le sostanze benefiche per l’essere umano emesse dalle piante. Ci sono zone nell’Appennino emiliano in cui le condizioni per la Terapia Forestale sono particolarmente favorevoli. Continua a leggere l’articolo

Pubblicato in News