Sentieri Resistenti 2019 – Passo della Futa

Sentieri Resistenti
Sulle tracce della Linea Gotica
Passo della Futa 903m Appennino tosco-emiliano
25 Aprile 2019

Linea Gotica fu il nome dato dai tedeschi allo sbarramento difensivo lungo quale correva il fronte in Italia durante le ultime fasi della seconda guerra mondiale: a nord erano attestate le forze dell’Asse ovvero militari tedeschi ed i soldati dell’RSI, a sud gli alleati angloamericani. La linea tagliava in due la penisola italiana da Massa Carrara a Pesaro, per una lunghezza di 320 km e una profondità che in alcuni punti raggiungeva i 20 km.
Il Passo della Futa fu ritenuto il punto più debole di tutta la linea gotica, tanto è che qui vennero concentrate due delle cinque divisioni tedesche poste a difesa di tutto l’Appennino centrale. In tutta questa zona fu costruita dai tedeschi una difesa avanzata con un fossato anticarro lungo cinque chilometri con bunker in cemento armato, trincee protette con filo spinato ed estesi campi minati.
Proprio al Passo della Futa, dal 1961 e inaugurato nel 1969 fu realizzato il cimitero militare tedesco che accoglie 30.683 tedeschi caduti durante la campagna d’Italia. Oltre a essere un cimitero la struttura è anche un monumento alla memoria, un monito per le future generazioni, affinché la tragedia delle guerre non abbia mai più a ripetersi.
Per non dimenticare, proprio nel giorno del 25 aprile, cammineremo sui luoghi , dove più di settant’anni fa si è combattuto per la liberazione, ricordando quei terribili mesi con letture e poesie a tema. Continua a leggere

Escursione a Capraia by “I Fantalpici”

“Fragile e vigorosa, aspra e dolciastra, esigente e solare, brulla e verdissima. Sull’Isola di Capraia il gioco degli opposti è un passatempo abituale. Capraia ha la capacità di sedurti con la sua apparente indolenza, sembra voler celare i suoi segreti più intimi, poi ti prende per mano e ti porta con sé per farti scoprire, ogni volta in maniera diversa, un angolo di paradiso immerso nel verde della macchia mediterranea e nel blu profondo del suo mare”.

Richiesta di partecipazione online: Escursione Capraia 2019

L’isola di Capraia, è la più occidentale e la più lontana isola dal continente dell’arcipelago toscano, offre un’interessante rete sentieristica, che si sviluppa da nord a sud. L’isola è servita da un unico paese Capraia Isola, il resto è solo mare e tanta natura. In 3 giorni sarà possibile visitare a piedi i luoghi più interessanti utilizzando come base di partenza il paese, assaporando appieno il piacere di camminare quasi sempre con la vista del mare.

Escursione sull’Isola di Capraia

  • Date: dal 26 aprile al 28 aprile 2019
  • Tipo itinerario: Escursioni giornaliere singole.
  • Difficoltà: E (per escursionisti). Le difficoltà sono legate soprattutto alla scarsità di segnaletica sui sentieri, anche se negli incroci si trovano normalmente le indicazioni. La vegetazione può considerevolmente occupare la sede dei sentieri, che rimangono comunque abbastanza visibili.
  • Percorrenza: 3 giorni.
  • Accompagnatori: AE Paolo Lottini, Alessia Giubertoni.
  • Max Partecipanti: 30 persone.
  • Contributo di partecipazione soci CAI: 10 €.
  • Sistemazione: Alberghi con camere doppie, triple o quadruple e trattamento di mezza pensione.
  • Trasferimenti: con auto proprie fino a Livorno, imbarco a piedi.
  • Prezzo dei pernottamenti: da definire (indicativamente 60 Euro al giorno con trattamento di mezza pensione).
  • Informazioni: Paolo Lottini 3356938728 p.lottini@tiscali.it – Alessia Giubertoni alessiag77@gmail.com
  • Prenotazione: Unicamente compilando la richiesta di partecipazione online

Continua a leggere

Corso Escursionismo di Base 2019



Ecco l’occasione che aspettavi per imparare e mettere in pratica alcune tecniche per migliorare il tuo essere escursionista. Dall’abbigliamento alla medicina di montagna, parleremo, ma soprattutto metteremo in pratica, divertendoci, le cose che servono veramente per camminare preparati e consapevoli sui sentieri di montagna.

Il Corso affronta argomenti utili a chi vuole praticare con consapevolezza l’escursionismo e a chi vede nell’escursione anche un momento di ricerca e di conoscenza.

  • parte tecnica: preparazione fisica e psicologica per un trekking, gli strumenti le tecniche che consentono di percorrere il territorio, di rappresentarlo, di raccogliere dati e informazioni.
  • parte scientifica: è una introduzione alle scienze naturali: geologia, geomorfologia, ecologia, flora e fauna.
  • parte culturale: riguarda il rapporto tra l’ambiente montano e l’uomo nel tempo: storia, archeologia e tradizione in montagna, sentieristica.
  • Il corso si compone in 10 lezioni teoriche in sede e 5 uscite in ambiente montano in cui metteremo in pratica quanto appreso. Le escursioni si svolgeranno in diverse località dell’Appennino Tosco-Emiliano e del Trentino Alto Adige. Vivremo anche l’esperienza del rifugio alpino durante l’escursione di due giorni.

Presentazione: 5 aprile 2018 ore 21.00
presso la sede CAI di Carpi – Via Cuneo 51

Referenti: AE Andrea Malavasi 3929800202 malavasi1980@gmail.com – AE Edi Forghieri 3402875015 d.caiumi@tiscali.it – Olivetta Daolio 3356980722 olli_dao@libero.it

Continua a leggere

Tesseramento 2019

E’ possibile rinnovare la quota sociale per il 2019 da fare entro il 31 marzo 2019. Dopo tale data e fino al 31 ottobre 2019 sarà possibile comunque possibile rinnovare, con un aumento della quota di € 1,00 ma non si potranno però ricevere le pubblicazioni arretrate. Per agevolare i Soci nel rinnovo, dall’8 gennaio e fino al 31 marzo 2019, la segreteria sarà aperta anche tutti i venerdì pomeriggio dalle ore 15.30 alle ore 18.30. Per i residenti nella Bassa Modenese è possibile recarsi presso il negozio Ferramenta Nardi di Cavezzo in Via 1° maggio n.4/6 per il rinnovo del tesseramento.

Tesseramento degli anni:

tesseramento

Quote Anno 2019

  • Socio Ordinario € 43,00 (€ 44,00 dopo il 31 marzo)
  • Socio Familiare € 22,00 (€ 23,00 dopo il 31 marzo)
  • Socio Giovane nato nel 2002 o successivi € 16,00 (€ 17,00 dopo il 31 marzo)
  • Socio Juniores nato dal 1994 al 2001 € 22,00 (€ 23,00 dopo il 31 marzo)
  • Nuova iscrizione Soci Ordinari e Familiari € 5,00 (oltre la quota annua)
  • Nuova iscrizione Soci Giovani € 5,00 (oltre la quota annua)
  • Nuova iscrizione Soci Juniores € 5,00 (oltre la quota annua)
  • Integrazione assicurazione Combinazione B € 3,40 (facoltativa)
  • Coperture assicurative infortuni Soci in attività personale “Combinazione A € 90,00” “Combinazione B € 180,00” (facoltative)
  • Copertura assicurativa Responsabilità Civile Soci in attività personale € 10,00 (facoltativa)

L’iscrizione per l’anno 2019 rimane valida fino al 31 marzo 2020. 

Continua a leggere

Notiziario Primavera 2019

Scaricabile in formato PDF qui: Archivio Notiziario

E’ online il notiziario primavera 2019

In questo numero:

  •  Assemblea Ordinaria dei Soci – Venerdì 29 Marzo
  • Agenda – Corso di Escursionismo Base  – Arrampicata “No Big” – Uscite in grotta – Escursionisti Esperti – Escursioni – I Fantalpici – Totem – Coro Cai Carpi
  • Settimana Bianca a San Martino di Castrozza di Carmen Gasparini
  • Dedicato a chi mi chiede perché mi sono iscritto al CAI di Nelson Bova

Vuoi ricevere il notiziario via mail? Compila il modulo

I Fantalpici – Via Ferrata Che Guevara – ANNULLATA

CAUSA MALTEMPO L’USCITA È STATA ANNULLATA!

I FANTALPICI
Via Ferrata “Che Guevara”
Monte Casale (1630)
Alpi di Ledro
14 Aprile 2019

L’itinerario si sviluppa sul versante est della enorme parete del Monte Casale nel suo margine meridionale. Il tracciato, ad esclusione della prima parte, dove ci sono alcuni salti verticali, si snoda tra placche levigate, canali e cenge. Questa via attrezzata, tecnicamente non molto impegnativa, richiede comunque una buona preparazione fisica e atletica. L’itinerario supera un dislivello totale di 1380m, arrivando a quota 1630m. Bellissimo è l’ambiente e il panorama, con vista che spazia dai ghiacciai del Carrè Alto e Presanella, dalle Dolomiti di Brenta alla Marmolada, le Pale di S. Martino, al complesso del Monte Bondone e ai laghi di Garda e di Toblino. Continua a leggere

Avviamento all’Arrampicata Sportiva “NO BIG” 2019

L’arrampicata sportiva è quella specialità dell’arrampicata, diversa dall’alpinismo, che si svolge su pareti naturali o strutture artificiali lungo itinerari tracciati e attrezzati con una chiodatura ravvicinata e sicura. Si può così puntare al miglioramento delle proprie capacità affrontando difficoltà sempre maggiori senza il rischio di cadute pericolose, con lo spirito, gli obiettivi e il grado di sicurezza propri di una qualsiasi altra attività sportiva.

A tutti i Soci che intendono avvicinarsi al mondo dell’arrampicata sportiva o che sono interessati ad acquisire una valida impostazione di base, la sezione di Carpi propone un percorso di avviamento all’arrampicata che ha lo scopo di fornire tutte le nozioni necessarie ad intraprendere in sicurezza e con soddisfazione questa appassionante attività, con una didattica specifica finalizzata ad approfondire lo studio del movimento e degli schemi di progressione su roccia e lo sviluppo delle qualità motorie.
Le lezioni avranno contenuti pratici e si svolgeranno nella palestra TOTEM, presso la Sede della Sezione CAI di CARPI in via Cuneo 51, per 4 serate e in ambiente naturale per 3 uscite in falesia.
Le attività sono dirette dall’istruttore Mazzoli Luca, coadiuvato da Istruttori e Soci esperti.
N° posti disponibili: 8

Continua a leggere

Dal 5 al 7 Aprile – Escursione nella Valle dell’Aniene

5-6-7 aprile 2019
Escursione nella valle dell’’Aniene (T/E)
Accompagna: Dr. Alfonso Garuti

Programma:
Venerdì 5 aprile: Partenza ore 6:30 Piazzale Autocorriere. Sosta pranzo in autogrill nei pressi di Roma. Nel primo pomeriggio arrivo a Palestrina e visita del Tempio della Fortuna e Palazzo Barberini. Cena e pernottamento a Tivoli.
Sabato 6 aprile: Visita della grandiosa Villa Adriana. Nel pomeriggio trasferimento a Subiaco lungo la Valle dell’’Aniene e visita del Sacro Speco di San Benedetto. Rientro a Tivoli.
Domenica 7 aprile: Visita di Villa d’’Este e del centro storico di Tivoli. Escursione al Belvedere delle Cascate dell’’Aniene. Rientro a Carpi in serata.
Per esigenze organizzative si chiede che le prenotazioni vengano effettuate al più presto in Sede.

7 Aprile – Monte Finonchio mt.1603

Escursione al rifugio FinonchioDomenica 7 Aprile
Ritrovo al parcheggio del CAI ore 7.00
Dislivello in salita: 430mt circa
Lunghezza del percorso: 8km circa
Tempo di percorrenza: 4 ore circa
Difficoltà: E
Cartografia: KOMPASS – Rovereto Monte Pasubio 1:50.000

Il Monte Finonchio è una delle mete preferite dai roveretani, che prima della Grande Guerra avevano già scoperto per le loro vacanze le località di Serrada e Folgaria: la sua sommità coperta da ampi prati e pascoli – il toponimo deriva forse proprio dalla parola fieno – si eleva tra la Valle dell’Adige e le Piccole Dolomiti. Il rifugio sulla sua cima, voluto dalla Sezione Sat di Rovereto e intitolato ai fratelli Fabio e Fausto Filzi caduti durante la Grande Guerra, venne inaugurato nel 1930. Distrutto dal secondo conflitto mondiale e ricostruito nel 1957 nella forma rettangolare con il tetto a volta semicilindrica (recente ristrutturazione) è purtroppo circondato da diverse e imponenti antenne dei ripetitori radio-tv; la panoramica a 360° che si gode da quassù sulla Vallagarina e le sue montagne, e sull’altro versante sull’Altopiano di Folgaria, rimane comunque grandiosa. La cima è raggiunta anche da diverse gare di mountain bike. Continua a leggere