Nuovi orari Segreteria

La Segreteria del Club Alpino Italiano Sezione di Carpi, per tutto il 2020, sarà aperta tutti i giovedì con orario 16.00 – 19.00 per i rinnovi del tesseramento.

Sarà possibile effettuare il rinnovo anche tramite bonifico bancario
Coordinate bancarie Unicredit IT 44 X 02008 23307 000028453471
In questo caso il bollino vi sarà spedito a casa con un supplemento di €1,10 (una volta effettuato il bonifico, consigliamo di inviare via email la contabile di avvenuto pagamento).

Sempre in Segreteria è già possibile l’acquisto del libro “L’Alpinismo Carpigiano dal Settecento ai giorni nostri” scritto dal Dott. Dante Colli in occasione del 75° anno della sezione e del 50° del Rifugio Città di Carpi.

Avvisiamo i nostri soci che per il 2021 non sarà possibile effettuare le operazioni di tesseramento presso il Negozio Ferramenta Nardi di Cavezzo.
Cogliamo l’occasione per esprimere i più sentiti ringraziamenti al Sig. Nardi per i tanti anni di preziosa collaborazione.

 

Pubblicato in Sede

Notiziario Autunno 2020


E’ online il notiziario sezionale AUTUNNO 2020

Scaricabile in formato PDF qui: Archivio Notiziario 

In questo ricco numero:

  • Assemblea Ordinaria dei Soci – Martedì 22 Settembre
  • Assemblea Straordinaria dei Soci – Martedì 6 Ottobre
  • 50° Rifugio – 75° Sezione – 23/24 Ottobre – Il programma della manifestazione
  • Cena degli Auguri – Sabato 12 Dicembre
  • Agenda Tutte le Attività dell’autunno
  • Un giorno in Consiglio di Nelson Bova
  • Contest Fotografico “Le Vette nel Cuore” di Alessia Giubertoni e Paolo Lottini
  • Donna di Fiori – a cura di Franca Lodi
  • Arrampicare in Appennino di Andrea Pellegrini
  • I biblioteCAI consigliano – a cura di Orville Pelatti e Vittorio Lodi
  • Speleologia – Organo Tecnico Territoriale di Marcello Borsari
  • Rifugio Segheria di Nelson Bova
  • I funghi di stagione – a cura di Stefano Beltrami
  • Che Montagna che sei – Indovina la montagna – a cura di Monica Malagoli

Vuoi ricevere il notiziario via mail? Compila il modulo

Festeggiamenti 50° Rifugio e 75° Sezione ANNULLATI

Siamo spiacenti di comunicare che a causa del notevole aumento dei casi di infezione di questi ultimi giorni, e in seguito a un’attenta analisi della situazione, il Consiglio Direttivo del CAI di Carpi ha deciso di annullare tutti gli eventi legati alle celebrazioni del 50° Anniversario del Rifugio Città di Carpi e del 75° Anniversario della sezione per evitare il più possibile eventuali casi di contagio.

Certi della vostra comprensione,
Cai Sezione di Carpi

Escursione al Balzo delle Rose

ESCURSIONE ANNULLATA

Balzo delle Rose 1739m
Appennino Modenese
Difficoltà E

Bel percorso nell’Appennino Modenese; partiamo dalla Piana di Rotari (1094m) e percorriamo il sentiero n.515 che sale ripido nel bosco fino ad incrociare la strada del Duca; qui proseguiamo sempre sul sentiero 515 che in breve ci conduce alla cima del Balzo delle Rose. A questo punto, anziché tornare sul sentiero 515, seguiamo l’evidente traccia che ci porta di nuovo alla strada del Duca.

Questa volta la percorriamo verso nord direzione la Fiancata dove incroceremo a quota 1358m la strada che sale da Dogana.

A questo punto possiamo scegliere se salire anche al Monte Modino percorrendo il ripido sentiero n.509 oppure scendere comodamente per la strada e tornare alla Piana. Continua a leggere

Nomad – In cammino con Bruce Chatwin

Werner Herzog, ha collaborato con lo scrittore inglese Bruce Chatwin negli ultimi anni della sua vita ad alcuni progetti e fra i due è nata un’amicizia profonda. In Nomad Herzog ripercorre le tracce dei pellegrinaggi che Chatwin ha compiuto alla ricerca dell’anima del mondo, attraversando i continenti con l’inseparabile zaino sulle spalle, quello zaino ora appartiene a Herzog ed è anch’esso protagonista del film.

Cinema Eden a Carpi  19, 20 e 21 ottobre alle ore 21.00
I soci CAI avranno diritto ad uno sconto sul biglietto presentando la tessera.

14° Corso di Introduzione alla Speleologia

Dal 19 Ottobre al 18 Novembre 2020

Posti disponibili: 8

Il 14° corso di introduzione alla speleologia ha lo scopo di fornire una base tecnica e culturale per la pratica della speleologia.

L’iscrizione al corso è aperta ai soci CAI che abbiano compiuto 15 anni. Per i minori è richiesta l’autorizzazione di entrambi i genitori o di chi ne fa le veci.

La quota d’iscrizione di € 110 va versata all’atto dell’iscrizione e comprende il materiale personale e collettivo di progressione, le dispense didattiche e la copertura assicurativa. L’iscrizione al CAI è obbligatoria.

Al termine del Corso sarà rilasciato un attestato di partecipazione.

Guarda il calendario del Corso: 14° Corso Speleo (ottobre/novembre 2020) 

Continua a leggere

25 Ottobre – MTB in Val di Ledro – da Prè al Passo Nota

CICLOESCURSIONE ANNULLATA

Mountain-Bike in Val di Ledro
da Prè al Passo Nota
Domenica 25 Ottobre 2020
Difficoltà: MC

Questo anello cicloescursionistico è uno degli innumerevoli percorsi MTB possibili nell’alto Lago di Garda, territorio divenuto un culto di questo sport.

Partiamo dalla piazza di Prè direzione Molina di Ledro su ciclabile, arrivati al Lago verso Località Pur, svoltiamo subito a sinistra in salita fino al Passo Nota e al Rifugio omonimo dove si può visitare il cimitero di guerra. Da qui svoltiamo verso il Passo Rocchetta e giunti alla Baita Sadole deviamo a destra verso Leano per poi tornare a Prè. In base al tempo e all’orario potremo fare il giro del Lago di Ledro, su percorso quasi pianeggiante.

Il percorso è adatto a MTB sia muscolari che assistite e a City Cross.

Continua a leggere

18 ottobre – Valle delle Sfingi in Lessinia

Domenica 18 ottobre 2020
Valle delle Sfingi in Lessinia
Rifugio Lausen

Interessante itinerario escursionistico su strade sterrate e sentieri segnalati tra pascoli di media montagna e boschi di faggio.
Percorreremo la  Valle delle Sfingi dove sono presenti numerosi monoliti di roccia le cui forme prendono origine dalla particolare erosione esercitata  in migliaia di anni dagli agenti atmosferici.

  • Località di partenza e arrivo: Camposilvano
  • Tempo di percorrenza: h.4,30/5
  • Dislivello: +/- m.500
  • Difficoltà: E
  • Partenza: h.6:30 Piazzale Autocorriere
  • L’escursione verrà effettuata in pullman al raggiungimento di 20 partecipanti.
  • Quota di partecipazione: € 25,00
  • Accompagnatori: Ernestina Bagnoli e Luisa Rebecchi
  • Leggi il regolamento gite sociali
  • Iscrizioni: solo ONLINE compilando il modulo a fondo pagina

Continua a leggere

I Fantalpici – Pania di Corfino

I FANTALPICI
Pania di Corfino m 1603
Domenica 18 Ottobre 2020
Difficoltà EE

La Riserva Naturale della Pania di Corfino prende il nome dall’omonima cima più alta della zona, un Massiccio montuoso calcareo di tipo apuano di 1603 m s.l.m. La Riserva occupa il versante sud-est del rilievo e interessa un’area di 135 ettari. Tutto il Massiccio è un panoramico balcone naturale sulle Apuane che da qui si mostrano in tutta la loro estensione. Dall’altra parte invece la vista si apre sul crinale Appenninico verso il Monte Prado, la vetta più alta della Toscana.

Descrizione del percorso
Escursione che si svolge all’interno del Parco dell’Orecchiella. Dal paese di Corfino 851 m si segue il sentiero 56, e dopo essere passati per Fonte dell’Amore 1220 m si raggiunge Campaiana 1358 m. Da qui si procede fino ad arrivare al Rifugio Granaiola 1450 m, dopo il quale ci si avvia verso la Pania di Corfino 1603 m, una terrazza panoramica rivolta verso le Alpi Apuane. Proseguendo in direzione ovest per il sentiero 62, una volta giunti al Rifugio Isera 1309 m invece di scendere direttamente verso il paese di partenza ci si può allontanare un poco per guadagnare la cima Monte Orecchiella 1389 m. Ora si torna verso Corfino ritornando al borgo di Isera superato poco prima per affrontare quest’ultima variante, quindi scendendo a Pruno 1023 m e poi giù dove si sono lasciate le automobili.

Continua a leggere

I Fantalpici – Monte Cardinàl 2488 m

I Fantalpici
Monte Cardinàl 2488 m
Gruppo Lagorai
Difficoltà EE
Domenica 20 settembre 2020

Bella e poco frequentata escursione con panorama magnifico su tutta la catena del Lagorai, su Cima d’Asta, Dolomiti Fiemmesi e Fassane. Interessanti postazioni e caverne di guerra tutto intorno.

Descrizione del percorso:
Dal rifugio Cauriol si supera la Malga Sàdole e si segue la carrareccia sterrata che risale la Val Sàdole (segnavia 320). Superato il rio si lascia a destra un piccolo baito sempre aperto e più avanti si incontra il cartello che indica la traccia segnata per il Cardinàl (h 0,20 dal rifugio). Si raggiunge lo sbocco inferiore del ripido ed evidente vallone Tovo del Cardinàl, e si risale la lunga serie di erti tornanti. In alto il sentiero appoggia un po’ a destra rasentando alcuni salti rocciosi e giunge in corrispondenza di un enorme masso: qui è indicato è indicato il bivio per le due vie normali, NO e SE (2100 m circa, h 1,15 dal rifugio). Si imbocca la “Via Normale da NO”, più breve e meno faticosa in salita. Si taglia un ampio semicerchio pianeggiante e, aggirato uno sperone, si scende brevemente fino ad un ripiano. Da qui un sentiero risalente alla Grande Guerra raggiunge una facile scaletta, per poi si proseguire fino alle postazioni militari, e infine sulla cresta sommitale (h 1,15 dal bivio). Si segue ora la linea di cresta fino ballatoio di vetta del Cardinàl (2488 m, h 0,20 dall’uscita in cresta). La discesa avviene lungo il versante Sud-Est (Via Normale da SE), seguendo sempre i segnavia per prati e roccette in direzione della Busa Alta raggiungendo un ripido canale roccioso con corde fisse per arrivare alla Forcella della Busa Alta (2301 m, h 0,30 dalla vetta). Da qui, seguendo la traccia, si scende verso sinistra, in una conca detritica spesso innevata anche in stagione avanzata. Più in basso il sentiero spiana leggermente e scende fino al bivio delle due vie normali incontrato all’andata (h 0,30 dalla forcella). Da qui, seguendo il percorso di salita, si ritorna al Rifugio Cauriol in h 0,45 circa.

Continua a leggere