La Via Vandelli e la Bibulca – Serata con Paolo Cervigni

“LA VIA VANDELLI E LA BIBULCA”
Serata in Videoconferenza ZOOM e live streaming sul canale YouTube con l’Autore PAOLO CERVIGNI
VENERDI’ 5 MARZO ore 21:00
Conducono la serata Nelson Bova e Paolo Lottini

La registrazione della serata (suddivisa in quattro video) è visibile sul nostro canale YouTube qui: https://youtube.com/playlist?list=PLBJcIjWF26hngpEYbWwCz–pi89JQFiqS

“Quando nel 1728 lo Stato Estense venne unito al Ducato di Massa attraverso un accordo matrimoniale, nacque l’esigenza di collegare Modena a Massa con una strada moderna. Vista l’urgenza, per prima cosa venne allargata la Via Bibulca da Sassuolo al Passo delle Radici, poi nel 1739 venne aperto un nuovo tracciato attraverso Pavullo e Lama Mocogno fino al crinale appenninico. In ultimo, un terzo tracciato servì per collegare con una bretella Sassuolo a Pavullo. Il percorso toscano, iniziato da subito e concluso solo all’inaugurazione, avvenuta nel 1752, dovette superare le maggiori difficoltà soprattutto nell’attraversamento delle selvagge Alpi Apuane dove una strada non era mai passata prima.” 

Il “vulcanico” Paolo Cervigni ci descriverà, con la sua proverbiale precisione, i tre tracciati proposti nella  guida e come possono essere percorsi ai nostri giorni a piedi, a cavallo, in mountain-bike ed anche in auto.

E’ un lungo viaggio, bello, attraverso la storia, la natura e la cultura dell’Appennino e delle Apuane, che ha come meta il tanto agognato sbocco al mare per il quale Francesco III d’Este commissionò la nuova Strada Ducale al matematico Domenico Vandelli di Modena che la realizzò.

Paolo Cervigni. Scrittore e Socio del Club Alpino Sezione di Carpi, ha pubblicato più di venti guide escursionistiche a tutto tondo. Le sue pubblicazioni spaziano dalle grandi traversate alpine, alle alte vie dolomitiche, passando per le tante guide dedicate all’Appennino e alla nostra pianura.
Pagina web personale: www.paolocervigni.com

Il Mondo dei Funghi – 19/02 Videoserata su ZOOM

Una serata in videoconferenza ZOOM e diretta streaming sulla nostra pagina Facebook per capire e conoscere insieme cosa sono, dove nascono e le caratteristiche principali per distinguere i funghi, vedremo inoltre alcune delle principali specie presenti nelle nostre zone.
Relatore: Stefano Beltrami
Questo il link alla registrazione del video: https://youtu.be/YIM_cm4Ts0w

Terpeni Volanti – Terapia forestale complementare

Sul prossimo periodico del Cai di Carpi:

Terpeni volanti
La terapia forestale complementare alla medicina tradizionale.

Un libro, “Terapia Forestale”  di Francesco Meneguzzo e Federica Zabini realizzato in collaborazione con il comitato scientifico del CAI racconta questa terapia complementare.  

PER PARTECIPARE:
Segui questo link di ZOOM: https://us02web.zoom.us/j/9641175891?pwd=Uk1nVk9zcDE5T1MxSkRwbzl3Q2svQT09
oppure:
Collegati dalle ore 21.00 di Venerdì 5 Febbraio sulla nostra pagina Facebook (dove la conferenza verrà trasmessa in streaming) a questo link: https://www.facebook.com/clubalpinocarpi

Abbiamo seguito per un giorno un ricercatore del CNR, una psicoterapeuta, il Comitato scientifico nazionale del CAI e una ventina di escursionisti disponibili a fare da cavie alla ricerca dei terpeni, le sostanze benefiche per l’essere umano emesse dalle piante. Ci sono zone nell’Appennino emiliano in cui le condizioni per la Terapia Forestale sono particolarmente favorevoli. Continua a leggere l’articolo

Pubblicato in News

VIDEO – L’Alpinismo Carpigiano dal ‘700 ai giorni nostri

In occasione del 75° Anniversario della Sezione CAI di Carpi e del 50° della costruzione del Rifugio Città di Carpi, situato ai piedi dei Cadini di Misurina, l’instancabile Socio e scrittore Dott. Dante Colli presenta la sua ultima fatica “L’Alpinismo Carpigiano dal ‘700 ai giorni nostri”, un libro dedicato al rapporto dei carpigiani con la montagna e alla Sezione di Carpi del Club Alpino Italiano.

Conduce la serata il giornalista di RAI 3 Nelson Bova. Interventi di Marco Bulgarelli, Maria Luisa Rebecchi e Paolo Lottini

Escursionismo Invernale 2021

Responsabili: Paolo Lottini, Marco Bulgarelli

Il CAI di Carpi organizza una serie di uscite didattiche rivolte a tutti coloro che desiderano affrontare dei percorsi escursionistici sulla neve. In particolare, verranno approfondite le tecniche per l’utilizzo delle ciaspole ma anche dei ramponi per superare percorsi più impegnativi sempre rimanendo in ambito escursionistico.

Le uscite saranno precedute da due serate di approfondimento in videoconferenza su abbigliamento, materiali, attrezzatura, nivologia e pericoli in ambiente montano nel periodo invernale.

I POSTI DISPONIBILI SONO ESAURITI!!!

Programma 2021

  • 7 gennaio (giovedì ore 21.00) – Serata in videoconferenza di presentazione dell’attività e approfondimento su materiali e abbigliamento. Guarda il video della serata: https://youtu.be/R9owyzWhDBE
  • 10 gennaio Uscita con le ciaspole – Giornata didattica in ambiente a numero chiuso per conoscere e approfondire i movimenti base e la progressione con questi meravigliosi strumenti su terreno innevato.
  • 14 gennaio (giovedì ore 21.00) – “In montagna d’inverno la neve, il ghiaccio e l’ARTVA” serata in videoconferenza di approfondimento a cura di Enrico Lancellotti, Istruttore di sci alpinismo. La serata è aperta a tutti gli interessati, questo è il link per accedere: https://us02web.zoom.us/j/82939257554?pwd=cXNwZjgrWGEyT1VYQm8wdVhVT1JsUT09
    ID riunione: 829 3925 7554
    Passcode: 631909
  • 24 gennaioIn Appennino con i ramponi – Seconda giornata didattica in ambiente a numero chiuso, questa volta dedicata alla piccozza e ai ramponi. Vedremo insieme come si usano e quali sono i metodi di progressione per una maggiore consapevolezza anche in ambito escursionistico nel periodo invernale.
  • 7 febbraioCiaspolata in ambiente – Escursione guidata in ambiente con le ciaspole dove metteremo in pratica quanto appreso nelle serate e nelle uscite precedenti.

La partecipazione alle tre uscite è a numero chiuso (con un massimo di 15 persone). Le serate in videoconferenza saranno aperte a tutti, registrate e rese disponibili nei giorni successivi. Continua a leggere

Dante Colli presenta il suo ultimo libro “L’Alpinismo Carpigiano dal ‘700 ai giorni nostri”

Martedì 22 dicembre ore 20.30 in Diretta streaming  su Facebook e YouTube, presentazione del libro:

L’ALPINISMO CARPIGIANO DAL SETTECENTO AI GIORNI NOSTRI
di Dante Colli
Conduce la serata il giornalista di RAI 3 Nelson Bova
Interventi di Marco Bulgarelli e Maria Luisa Rebecchi
A fine presentazione l’autore risponderà alle domande dei partecipanti

Link alla diretta Facebook: https://www.facebook.com/clubalpinocarpi/live
Link alla diretta YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=jbiaQEebAH8

In occasione del 75° Anniversario della Sezione CAI di Carpi e del 50° della costruzione del Rifugio Città di Carpi, situato ai piedi dei Cadini di Misurina, l’instancabile Socio e scrittore Dott. Dante Colli presenterà la sua ultima fatica “L’Alpinismo Carpigiano dal 700 ai giorni nostri”, un libro dedicato al rapporto dei carpigiani con la montagna e alla Sezione di Carpi del Club Alpino Italiano.

La pubblicazione parte dal XVIII secolo con le prime documentate salite dei carpigiani sulle cime dei nostri Appennini per arrivare ai giorni nostri, passando per la storia della  Sezione CAI Carpi, dove in ordine cronologico, ne vengono narrate la nascita, la vita sezionale, le attività, la genesi del Rifugio Città di Carpi, i protagonisti e gli avvenimenti più importanti di questi ultimi 75 anni di vita. Il tutto sapientemente raccontato con maestria attraverso i personaggi e le loro imprese. La pubblicazione è arricchita da tantissime foto inedite che mai come in questo periodo di “restrizioni”, regaleranno al lettore appassionato di montagna tante belle emozioni.

Si dice che “bisogna conoscere il passato per capire il presente e orientare il futuro”, per i Soci sarà quindi un’ulteriore opportunità per comprendere e apprezzare ancora di più il lavoro che svolge la nostra amata Sezione.

Paolo Lottini

colliDante Colli, Ottimo scrittore e brillante alpinista, grande conoscitore del mondo dolomitico, dove ha compiuto più di mille scalate, tra cui un centinaio di vie nuove e tutti i tremila. Dante è certamente uno dei maggiori studiosi specialisti della storia dell’alpinismo e della scalata, non solo in campo nazionale. Ricopre da anni cariche importanti nella direzione del Club Alpino Italiano. Ha saputo abbinare queste doti in alcune opere dedicate ai “grandi” del passato, e particolarmente alle biografie di Winkler e di Duelfer. Per le quali non si è limitato a raccogliere accuratamente dati di vita, di professione e della  loro attività alpinistiche, ma ha voluto ripetere di persona le scalate dei suoi protagonisti per conoscere più profondamente la loro psiche nel loro rapporto con la montagna e l’arrampicata.