Escursionismo – 13 Maggio Anello del Sengio Alto

Anello del Sengio Alto
Gruppo Piccole Dolomiti
Domenica 13 maggio 2018

Descrizione del percorso
Interessante escursione che aggira completamente il sottogruppo del Sengio Alto, dal famoso profilo divenuto il simbolo delle Piccole Dolomiti, caratterizzato dalla verticale struttura del Coston della Sisilla, dall’ampia parete est del Baffelan, dai Tre Apostoli, dall’elegante ‘corno’ del Cornetto. L’escursione non presenta difficoltà se non nella prima parte della discesa dalla cima del Cornetto. Conviene partire dal Pian delle Fugazze (Vallarsa, Trento) e procedere in senso orario verso l’Ossario del Pasubio (breve digressione, consigliabile). Dal bivio dell’Ossario si prosegue per la ‘strada del Re‘, da Vittorio Emanuele III che l’inaugurò nel 1918, dopo essere stata un importante collegamento per l’arroccamento sul Pasubio e sul Sengio Alto. La strada è subito sbarrata al traffico, ma prosegue tranquilla con l’asfalto ormai consumato fino ad una deviazione (cartello), obbligatoria per aggirare la frana. Seguendo il ripido sentiero si sale lo scosceso versante sud-est del Cornetto per poi ridiscendere alla stradina dopo i tornanti franati. Qualche altro tornante lungo la stradina asfaltata e si giunge a malga Baffelan al cospetto dell’imponente parete est del Baffelan, la nobile e mitica balza rocciosa dove sono state scritte le pagine più epiche dell’alpinismo vicentino classico dai grandi alpinisti quali Carugati, Soldà Carlesso, ecc. Ancora un po’ di strada tranquilla e una deviazione su mulattiera se si vuol scendere brevemente al rifugio alpino Campogrosso. Proseguendo verso nord-ovest, sul sentiero E5 (sentiero Europeo) Cai n.170 (ex 13 e 17), con modesta salita si accede alla vasta conca dell’alpe di Campogrosso, nel versante ovest. Si prosegue su questo sentiero fino ad incrociare il sentiero n. 46 che porta alla selletta nord ovest e successivamente incrocia il sentiero n.45 che con ripidi tornanti conduce alla Cima del Cornetto (mt1899). Panorama splendido  a 360°. Per la discesa si ripercorre brevemente il sentiero fatto in salita, ma, dopo pochi passi si imbocca il sentiero n.15 che con un breve tratto attrezzato porta prima alla Sella D’Emmele e poi, con ripido sentiero, di nuovo alla strada asfaltata che abbiamo percorso all’inizio della giornata. In breve di nuovo al Passo Pian delle Fugazze.

Partenza: ore 7,00 parcheggio CAI
Cartografia: Carta dei sentieri Pasubio e Dolomiti Vicentine
Dislivello in salita: 750 mt circa
Difficoltà: E/EE
Tempi di percorrenza: 4/5 ore
Contributo di Partecipazione: 5€ Soci Cai
Informazioni e Prenotazioni: In sede nei giorni di apertura
Accompagnatore: AE Edi forghieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.