Webinar – Willy Reggioni “Il lupo in Pianura Padana”

Martedì 13 Aprile ore 21:00
“LA DISPERSIONE DEL LUPO DELL’APPENNINO ALLA PIANURA PADANA” Un successo conservazionistico o una migrazione che fa discutere?”

Webinar in Videoconferenza ZOOM e diretta YouTube con il Dott. Willy Reggioni, responsabile del Wolf Apennine Center del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano, che ci parlerà del ritorno del lupo in territori da cui era scomparso da secoli. L’incontro sarà una occasione importante per scoprire chi è davvero il lupo, come vive, qual è il suo ruolo negli ecosistemi e nella nostra storia passata, presente e futura. Si parlerà del perché è arrivato addirittura in Pianura Padana, dei rischi associati alla sua presenza in aree antropizzate e dell’ibridazione lupo x cane come fattore di minaccia per il lupo ma non per l’uomo.

Link per partecipare: https://us02web.zoom.us/j/87600962771?pwd=cEM1Lzh3TUJ5MG1XVUlKV1hhdCt6dz09
ID riunione: 876 0096 2771
Passcode: 442562
oppure
Diretta Streaming sul nostro canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCNYakGWh7mvD_ex_A-lZWiQ
https://immagini.quotidiano.net/?url=http%3A%2F%2Fp1014p.quotidiano.net%3A80%2Fpolopoly_fs%2F1.5393234.1596777790%21%2FhttpImage%2Fimage.octet-stream_gen%2Fderivatives%2Ffullsize%2Fimage.octet-stream&h=368&fmt=webpWilly Reggioni, Laureato in scienze forestali all’Università degli Studi di Padova nel 1992, ha iniziato la sua cariera professionale nel 1993 nell’ambito del Parco regionale dell’Appennino Reggiano in qualità di Istruttore Direttivo Naturalista con funzione di responsabile dell’ufficio conservazione della natura. Nel 1996 ha assunto il ruolo di Project manager di un primo progetto LIFE Natura (finanziato dalla UE) per la conservazione del lupo nel Parco regionale. Nel 2000 ha assunto il ruolo di responsabile di un secondo progetto LIFE sulla conservazione del lupo esteso a tre parchi regionali dell’Emilia-Romagna. Nel 2006 è entrato nello staff del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano e nel 2008 ha diretto per il parco nazionale un terzo progetto europeo per la conservazione del lupo che ha visto coinvolti il Parco nazionale del Gran sasso e Monti della Laga e altri partner rumeni e greci. Nel 2014 ha assunto il ruolo di Project manager del progetto LIFE MIRCo-lupo in cui è stata sperimentata per la prima volta in europa la “rimozione riproduttiva” degli ibridi lupo x cane allo scopo di minimizzare gli effetti negativi dell’ibridazione sul patrimonio genetico della specie lupo. Dal 2012 dirige il Wolf Apennine Center che ha attivato rapporti di collaborazione, tra gli altri, con Regione Emilia-Romagna, Regione Liguria, Regione Lazio, Regione Basilicata, Città Metropolitana di Roma.

Il lupo in pianura – Serata con Matteo Carletti

Il Lupo in Pianura
Serata con il Biologo e esperto di lupi Matteo Carletti
Venerdì 8 Febbraio ore 21.00 – Sede CAI di Carpi

INGRESSO LIBERO E GRATUITO – Si invitano tutti i soci e simpatizzanti a partecipare.

E’ oramai un dato di fatto che ci si debba abituare alla convivenza coi lupi. Numericamente, la loro presenza è perfettamente monitorata solo sull’Appennino, dove esistono diversi branchi. Lì l’animale è presente dagli anni ’80. Da allora è avvenuto un fenomeno chiamato “dispersione”; i lupi sottoposti, ovvero gli esemplari che, nel branco, non hanno il compito di riprodursi, hanno progressivamente cercato nuovi territori da colonizzare. Per questo una decina di anni fa sono arrivati in collina, e da qualche anno è confermato il loro arrivo anche in pianura.

Ma allora dobbiamo avere paura a girare per i campi? Come devo comportarmi se ne avvisto uno? Può coesistere una convivenza tra uomo e lupo?

A tutte queste domande risponderà il biologo Matteo Carletti, profondo conoscitore della materia a cui ha dedicato diversi anni di attività professionale. Carletti ci spiegherà come vive e come si comporta questo superpredatore italiano che incute ancora tanta paura all’uomo.