Trekking e Yoga nel Parco Naturale Puez-Odle

Trekking e Yoga nel Parco Naturale Puez-Odle
Dolomiti: Gruppo Puez-Odle

18-19 Settembre 2021

Prenotazione esclusivamente online a fondo pagina

Trekking e Yoga. Potrebbero sembrare due attività contrapposte eppure, la congiunzione di esse genera un benessere fisico e mentale dato da un’alternanza di attività fisica ad una pausa ricaricante di yoga aumentando la consapevolezza dei propri movimenti e soprattutto del respiro, il tutto in un contesto naturalistico estremamente appagante per tutti i nostri sensi: nel Parco Naturale Puez-Odle.

Il Parco, patrimonio dell’Unesco, si trova tra la Val Gardena, la Val di Funes e l’Alta Badia nel gruppo montuoso omonimo, immerso nel cuore delle Dolomiti contornati da stupende montagne, paesaggi alpini e formazioni rocciose tra le più spettacolari.

Lo Yoga Narayana fonde alcune delle tecniche di quello che viene definito tradizionalmente Hatha yoga, lo yoga che lavora sul corpo, per migliorarne la forza, elasticità e respiro, dove attraverso la pratica costante delle asana (posizioni) tende al raggiungimento dell’equilibrio psico-fisico e ad una maggiore consapevolezza del corpo.

Quello che faremo in questi due giorni sarà camminare in mezzo alla natura scoprendo il territorio e tutti i particolari che arricchiscono un paesaggio come questo, intervallarlo a sessioni di yoga per dare una maggior flessibilità e tonicità ai nostri muscoli e soprattutto per migliorare il controllo del respiro attraverso la pratica del pranayama.

Descrizione del percorso

1° giorno

Arrivati a Selva di Val Gardena parcheggeremo l’auto al posteggio Daunei (1.687 m) o, in mancanza di posto, a Selva o alla Vallunga. Iniziamo il nostro trekking effettuando una breve sessione di Yoga di allungamento e respirazione per prendere consapevolezza del nostro corpo. Terminato questo piacevole momento imbocchiamo il sentiero n.3 in direzione del Rifugio Juac (1.903 m) per facili stradine sterrate in mezzo al bosco. Si prosegue ora su sentiero più ripido per il segnavia n. 17 con indicazioni per il Rifugio Stevia, superiamo dei gradoni con tornanti a zig zag e raggiungiamo forcella Silvester (2.280 m). Si prosegue per un verde pendio in cresta un po’ esposto ma di facile progressione che ci condurrà fino al Rifugio Stevia (2.312 m). Ci prendiamo ora il nostro tempo per una pratica di yoga per ricaricare il corpo e la mente contornati da un contesto naturalistico da sogno. Dopo una breve sosta per il pranzo, ripartiamo seguendo nuovamente il sentiero n. 17 a nord del Rifugio, salendo un lungo e ripido pendio erboso che conduce alla Forcella dla Piza (2.489 m – punto più alto della nostra escursione). La discesa avviene per una ripida gola che ci porta al  Rifugio Firenze (2.037 m), collocato in una posizione idilliaca, circondato dalle Odle dove svettano il Sass Rigais e la Furcheta, dall’imponente Stevia e a sud dal magnifico Sassolungo.

Prima di cena effettueremo la pratica yoga, beneficiando di tutti gli stimoli ricevuti durante la giornata.

  • Punto di partenza: parcheggio Daunéi 1.687 m
  • Punto di arrivo: Rifugio Firenze 2.037 m
  • Dislivello: + 902 m circa / – 452 m circa
  • Tempo di percorrenza: circa 6,00-6,30 ore comprese le sessioni di pratica

2° giorno

Iniziamo la giornata con un risveglio muscolare prima della colazione per rimettere in moto corpo e mente, per ritrovare la giusta energia per affrontare in maniera attiva e positiva la giornata.

Terminata la colazione partiamo in direzione nord sul sentiero n 13 che ci porterà ai piedi delle Odle, sotto la cresta delle sue cime, all’imbocco del canale che porta alla Forcella de Mesdì, ad una quota di circa 2.300 m. Seguiamo il segnavia 2B che in maniera quasi pianeggiante ci porta verso Malga Pieralongia a 2.297 m che raggiungiamo con una leggera salita. Proseguiamo fino ad incrociare il sentiero n 1 in direzione Malga Troier (2.275 m), lo imbocchiamo fino a raggiungere il laghetto Lech da Iman e poi il Rifugio delle Odle presso la stazione a monte di Col Raiser (2.107 m). Si prosegue su sentiero n 4 in direzione della Malga Gamsblut (1.965 m) e successivamente per sentiero n 1A fino a Malga Sangon (1.823 m). A questo punto imbocchiamo lo svincolo per il sentiero n 1 in direzione ovest che ci porterà all’incrocio con il segnavia n 3 per il Rifugio Juac fino al punto di partenza iniziale, al parcheggio Daunéi.

Al Rifugio Juac praticheremo una breve sessione di yoga per congedarci da questi piacevoli momenti trascorsi insieme.

  • Punto di partenza: Rifugio Firenze 2.037 m
  • Punto di arrivo: parcheggio Daunéi 1.687 m
  • Dislivello: + 350 m circa / – 725 m circa
  • Tempo di percorrenza: circa 5 ore comprese le soste
  • Livello di difficoltà: E – alcuni tratti EE
  • Cartografia: Val Gardena – Alpi di Siusi Tabacco n. 05 – 1:25.000
  • Attrezzatura: materassino yoga, sacco lenzuolo o sacco a pelo, tessera CAI
  • Abbigliamento: Adatto alla quota e alla stagione
  • Numero massimo di posti disponibili: 20
  • Percorso automobilistico: Carpi, A22 Brennero uscita Bolzano Nord, strada statale 12 fino a Selva Val Gardena
  • Pernottamento: Rifugio Firenze con servizio di mezza pensione al costo di 55 € a persona
  • Contributo di partecipazione: 10 € Soci cai – Per i NON Soci assicurazione obbligatoria aggiuntiva di 23,10 € – Leggi il regolamento gite sociali
  • Accompagnatori: ASE Alessia Giubertoni 349 5528288, ASE Luca Tondelli
  • Insegnante di Yoga: Giulia Sgarbi
  • Ritrovo: parcheggio sede CAI Carpi, ore 6,00