5 per mille al CAI di Carpi

Per coloro che avessero intenzione di sostenere la Sezione di Carpi del Club Alpino Italiano, destinando il 5‰ della propria dichiarazione dei redditi, al momento della compilazione del modello 730 o del Modello Unico (sotto lo spazio destinato all’8‰), possono farlo seguendo questi due semplici passaggi:

  1. firmando nel primo riquadro a sinistra, indicato come «SOSTEGNO DEL VOLONTARIATO, DELLE ORGANIZZAZIONI NON LUCRATIVE DI UTILITÀ SOCIALE…»;
  2. indicando in quel riquadro il CODICE FISCALE DELLA SEZIONE DI CARPI DEL CLUB ALPINO ITALIANO: 02178870362

I titolari di un solo reddito da lavoro dipendente o di una pensione che non devono presentare la dichiarazione dei redditi possono consegnare la scheda (compilata come si è detto sopra e completa di dati anagrafici e codice fiscale) in busta chiusa a un ufficio postale, a uno sportello bancario, che le ricevono gratuitamente, o a un intermediario abilitato alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti ecc.). Le schede sono rilasciate gratuitamente dal “sostituto d’imposta” (il datore di lavoro o l’ente erogatore della pensione).

La scelta di destinare il 5‰ non determina nessuna variazione nell’ammontare dell’imposta di ognuno (non aumenta l’imposta per chi indica una destinazione né la diminuisce chi non dà indicazioni) ed è altra cosa dall’ 8‰ destinabile a Chiese, Confessioni religiose cui si affianca.

La Sezione di Carpi del Club Alpino Italiano possiede i requisiti necessari per potere essere sostenuta ed è regolarmente iscritta negli elenchi predisposti dall’Agenzia delle Entrate.

FAQ – Domande frequenti sul 5 per mille

  • Cosa succede se non indico nulla nei riquadri dedicati alla destinazione del 5‰?

Se non si mette niente, l’importo va allo Stato che utilizzerà i fondi per altre finalità.

  • Cosa succede se firmo il riquadro ma non indico il codice fiscale?

Se invece si pone solo la firma, senza però indicare il codice fiscale dell’associazione prescelta, le risorse del 5 per mille verranno ripartite tra i soggetti di quel settore scelti da altri contribuenti, in proporzione alle preferenze riscosse.

  • La scelta di destinare il 5‰ farà aumentare le mie tasse?

No, semplicemente viene offerta l’opportunità di scegliere la destinazione di una quota delle tasse che si pagherebbero comunque.

  • Se scelgo il 5 per mille devo rinunciare a fare la scelta dell’otto per mille?

No, le due cose non sono in alternativa, si possono fare ambedue le scelte.

  • Si può firmare in più di un riquadro?

No, il contribuente deve mettere la firma ed indicare il codice fiscale solo in uno dei 4 riquadri per il 5 per mille.

  • Se firmo per il 5 per mille posso firmare anche per l’8 per mille?

Sì, si può firmare per entrambi.

  • Chi non fa la dichiarazione dei redditi come può destinare il cinque per mille?

Basta compilare l’apposita scheda, inserirla in una busta chiusa con la dicitura “SCELTA PER LA DESTINAZIONE DEL CINQUE PER MILLE”, portarla in banca o alla posta o ad un centro di assistenza fiscale. La busta deve essere indirizzata alla AGENZIA DELLE ENTRATE – Direzione Regionale. La consegna in posta e in banca è del tutto gratuita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *